Ortica Editrice
Le Erbacce Le Spine Opere da due soldi Gli Artigli Sussurri e grida Le Ombre La Vecchia Talpa E-book Catalogo Ortica PDF

Jan Waclaw Machajski

Il socialismo degli intellettuali


Le Erbacce, 22

€ GENNAIO 2019

Ordina questo libro

Globalmente la classe colta ha sempre costituito l'assise spirituale del potere dominante, i suoi membri ne sono stati i suoi buffoni zelanti, i contabili devoti e i pennivendoli servili, e ciò fin dalla notte dei tempi con le società di tipo esoterico e religioso. Ma il peso dell'intellettuale, del «lavoratore intellettuale», prende tutto un altro valore e ruolo all'interno d'una società in cui la Tecnica ne è al contempo suo mezzo e sua metafisica, e in cui il sapere indispensabile alla manutenzione delle sue prerogative e del suo dominio, necessita dell'intellettuale che in questo «cosmo delle macchine» assume lo stesso ruolo del Mandarino nel cosmo dell'Impero Cinese. Governare per mezzo del sapere, questo processo di cui siamo ormai diretti testimoni oculari, «Tecnocrazia» è diventato lemma neutro e giornalistico quotidiano, era già stato un processo smascherato e denunciato all'inizio del XX° secolo da J. W. Machajski, il quale da un lato anticipa eminenti critici della società come Bourdieu, Chomsky o Michéa, da l'altro denuncia le «anime belle» di quell'intelligencjia che si dichiara «dalla parte dei deboli», pronta ad «aiutare» le masse (ovviamente «ignoranti»), solo poi per meglio ancorare il proprio potere alla prerogativa della loro più «alta coscienza del sapere», utilizzandola per assumere funzioni direttive e di gestione, divenendo così essa garante e usufruttuaria al contempo, del sistema di sfruttamento, in entrambe le sue “forme storicamente conosciute”: quella capitalista liberale e l'altra di matrice socialista.

L'autore Alcune pagine