Ortica Editrice
Le Erbacce Le Spine Opere da due soldi Gli Artigli Sussurri e grida Le Ombre La Vecchia Talpa E-book catalogo

Jenny d’Héricourt

La donna emancipata

Risposta a MM. Michelet, PJ. Proudhon, E. De Giarardin, A. Comte e altri innovatori moderni


ISBN 9788831384971
Le Spine, 17

Ordina questo libro

PROSSIMAMENTE IN LIBRERIA - Ne La donna emancipata (La Femme affranchie), pubblicato nel 1860, Jenny d’Héricourt si scaglia contro i pensatori più significativi della sua epoca, quelli che chiama ironicamente i «moderni innovatori». Il suo scopo è provare che la donna ha gli stessi diritti dell’uomo, reclamando di conseguenza la sua emancipazione. Confrontandosi e polemizzando con pensatori quali Michelet, Comte e Proudhon, realizza con La donna emancipata un’esplorazione sistematica del nascente movimento femminista moderno. Una denuncia contro la presunta superiorità dell’uomo rispetto alla donna e l’esclusione delle donne dalla politica, un duro attacco alle teorie sessiste, laiche e clericali, contrarie all’emancipazione femminile. Alternando dialoghi e lettere a riflessioni, l’autrice costruisce un testo ampio e articolato dove la questione dell’emancipazione femminile è esplorata con una ricchezza di esempi e una vivacità di argomentazioni che rendono il libro una premessa irrinunciabile per lo studio del femminismo contemporaneo.

L'autore Alcune pagine