Ortica Editrice
Le Erbacce Le Spine Opere da due soldi Gli Artigli Sussurri e grida Le Ombre La Vecchia Talpa E-book catalogo

Claudia Mazzilli

Controcanto in Verdargento


ISBN 9788831384810
Pagine 240
Le Spine, 11

Ordina questo libro

PROSSIMAMENTE IN LIBRERIA - Agosto 2018: in una cittadina pugliese immaginaria (Verdargento) Immacolata muore a novantasette anni. La notizia raggiunge tre giovani donne, sue conterranee: la prima è Caterina, una regista teatrale che vive a Milano e sta allestendo la Giovanna dei Macelli di Brecht; la seconda è Valeria, una ricercatrice che viaggia per l’Europa e studia l’opera di Virginia Woolf, femminista convinta che parla e ragiona con citazioni della sua adorata scrittrice; la terza è Anna Francesca, guardia forestale, che vive stabilmente a Verdargento, la più assidua nell’accudire Immacolata fino alla morte. Sembra che un arcano impedimento le porti sempre a logorare le relazioni con gli uomini, ma ciò che le salva, nella precarietà affettiva e professionale, è il legame intergenerazionale con l’anziana morente, che prende la forma di tre rami attaccati al tronco fino alle radici. Tra racconto (c)orale e romanzo, con digressioni poetiche e politiche, è gradualmente recuperata la vita della vera (e schiva) protagonista: Immacolata, nata con la deformità di una terza gamba, cresciuta analfabeta, considerata una creatura del diavolo, né maschio né femmina, ma capace di sfuggire al destino di una vita da bestia, di imparare a leggere e a scrivere e di creare una propria discendenza, non più affidata ai legami di sangue ma agli affetti spontanei e ai libri amati e condivisi. Una fiaba contemporanea che rivendica il diritto a essere quel che si è, a dispetto dei padri, dei preti, dei partner fissi e occasionali, dei pregiudizi e degli oscurantismi di tutti i tempi.

L'autore Alcune pagine